Quanto costa la mastoplastica additiva?

L’intervento chirurgico di mastoplastica additiva è uno dei tre più richiesti e realizzati al mondo. Si tratta della procedura che ha come obiettivo l’aumento del volume del seno attraverso l’inserimento di una protesi mammaria. L’elevata richiesta è legata alla rilevantissima importanza che ha l’aspetto del seno per l’estetica globale della donna. Il seno è il simbolo più significativo della sensualità femminile, della maternità e della procreazione.

Diversi studi hanno individuato una forte correlazione tra qualità della vita della donna e gradevolezza del seno. Va chiarito che questo ultimo aspetto è legato al modello socioculturale prevalente nella società di riferimento e in dato momento storico. Nel nostro attuale mondo occidentale il seno ritenuto bello è caratterizzato dalla dimensione armonica e naturale rispetto al resto del corpo che si presenta tonico e non rilassato.

Quale è il prezzo della mastoplastica additiva?

Ovviamente questa domanda è piuttosto importante per la paziente che desidera sottoporsi all’intervento. Si tratta di una spesa rilevante che deve essere valutata come un investimento nella propria estetica e qualità della vita.

Il prezzo della procedura può variare di molto in funzione di alcuni fattori che vanno considerati con attenzione. I fattori comuni agli altri interventi che fanno fluttuare il costo vanno individuati gli onorari del chirurgo plastico e del medico anestesista, il costo della sala operatoria e della struttura sanitaria, il costo del personale di sala operatoria e della degenza ed infine quelle delle medicazioni e controlli post operatori. La mastoplastica additiva ha un fattore economico specifico che è la qualità della protesi mammaria. Tutti i fattori indicati sono rilevanti perché determinano la qualità del servizio sanitario e trattandosi di intervento chirurgico, non devono essere sottovalutati. Spesso i media riportano problemi in questo intervento legati all’impiego di protesi mammarie di scadente produzione. Non è consigliabile transigere sulla qualità dell’impianto mammario scelto perché dovrà rimanere in sicurezza nella sede scelta per molti anni.

I costi della mastoplastica additiva – comprendendo tutte le voci indicate e di adeguata qualità – variano da 5000 a 7000 euro. Il prezzo può variare anche in relazione a specifiche difficoltà tecniche legate alle caratteristiche anatomiche della paziente.

Pagare a rate ha senso?

Il pagamento rateizzato di un prodotto o servizio a godimento prolungato negli anni ha certamente senso. Essendo che la mastoplastica additiva offrirà alla paziente i vantaggi del risultato per molti anni, è corretto suddividere l’importo da pagare anche in più anni. In questa maniera lo sforzo economico immediato sarà molto minore e la spesa complessiva non aumenterà in maniera marcata visto l’accessibile mercato del credito di questi ultimi anni.

Diventa assolutamente conveniente pagare a rate se si considera la possibilità di accedere ad un intervento di elevata qualità, riducendo i rischi e massimizzando la soddisfazione.

 

 

 

Fare la mastopessi a 20 anni?

La forma del seno è un fattore prevalente nell’estetica femminile e nell’immagine sensuale della donna. Il seno può presentare vari difetti estetici, alcuni dei quali sono congeniti (genetici) e altri sono acquisiti. Tra i più frequenti inestetismi mammari abbiamo la ipotrofia mammaria e cioè lo sviluppo del seno assente o minore a quanto la donna desiderasse. Questo inestetismo è congenito e cioè il seno della specifica donna non è cresciuto (abbastanza) perché è una caratteristica ereditaria.

Nel caso del seno rilassato, l’inestetismo può essere congenito e cioè il seno è cadente perché è “il modello” di famiglia oppure può essere acquisito perché il seno a seguito d’invecchiamento, allattamento e/o eccessiva esposizione solare, ha subito un rilassamento cutaneo.

Rilassamento del seno a 20 anni

Di solito una donna a venti anni ha la pelle molto elastica e quindi se il seno si presenta rilassato costituisce una “anomalia” estetica. L’inestetismo potrebbe essere dovuto ad esempio ad una gravidanza con rilevante aumento di peso e allattamento importante. In questo caso probabilmente è rilassato non solo il seno ma tutto il profilo corporeo. In caso contrario, il seno cadente in una paziente di 20 anni è dovuto semplicemente al “modello” mammario ereditato.

Ma è consigliabile operare di mastopessi in età così giovane? Questa domanda quando si tratta di correggere il seno troppo piccolo è normalmente positiva e addirittura entusiasticamente consigliata. Con la mastopessi il concetto è completamente differente perché a differenza della mastoplastica additiva, il lifting del seno comporta incisioni e cicatrici visibili sulla superficie cutanea della mammella. L’intervento chirurgico quindi in questo caso corregge l’inestetismo del rilassamento ma crea l’inestetismo delle cicatrici. E’ vero che gli esiti cicatriziali fatti dal chirurgo estetico di solito sono molto sottili e che quindi saranno poco visibili ma ci sono e ci saranno.

Allora quando è opportuno operarsi di mastopessi se si è giovanissime? La paziente per decidere se è opportuno sottoporsi all’intervento in questione dovrà attentamente valutare il rapporto costo / beneficio della procedura. In linea di massima il consiglio è di non operare se il seno è lievemente rilassato. Se il rilassamento è medio provare tecniche di rassodamento micro chirurgico e solo quando il seno è marcatamente rilassato, procedere con la mastopessi.

Maggiori info: www.pallaoro.com/mastopessi/mastopessi.htm

 

Le donne in Italia amano la liposcultura

Da sempre la donna desidera avere forme perfette , in cui parti adipose o piccoli cuscinetti di grasso sono non presenti. Va chiarito, comunque, che non sempre è così e sempre più spesso ci si ritrova a fare riferimento alla chirurgia plastica estetica per eliminare quei difetti che, col passare del tempo, possono condurre alla perdita della stima di sé. In questo caso, perciò, è necessario rivolgersi ad un medico chirurgo che sarà capace di realizzare sul paziente – dopo una visita specialistica – l’ intervento di chirurgia estetica di liposuzione

Con questo tipo di atto chirurgico , il medico specialista in chirurgia è capace di agire sulla forma della paziente, andando ad cambiare in diversi punti del fisico. Le procedure di liposcultura più richiesti sono certamente quelli finalizzati alla zona dei glutei, alla zona dell’ addome e delle cosce.

Vedi: esteticachirurgia.com | liposuzione.com

Continue reading “Le donne in Italia amano la liposcultura” »

Autotrapianto: Ma quanto mi costi?

La calvizie si sa, è una cosa seria! Per alcuni serissima tanto da togliere il riposo notturno. L’ uomo calvo – o ancor peggio diradato – è meno affascinante agli occhi della maggioranza delle donne. Ciò fa la fortuna di fiale e terapie mediche di ogni tipo. Queste infatti sono costose e non sempre (o meglio quasi mai) hanno un risultato in qualche maniera testato clinicamente.

L’autotrapianto dei capelli è invece una soluzione estremamente razionale. Dove prima non c’erano capelli vengono impiantati capelli “nuovi” prelevati dallo stesso paziente. Quindi si tratta di una soluzione certa ma…quale è il costo del autotrapianto capelli?

Diamo evidenza al sito preventivichirurgiaestetica.com che permette di richiedere un prezzo specifico al proprio intervento di chirurgia estetica grazie ad un servizio di consulenza online che include l’invio di fotografie del candidato paziente.

 

Continue reading “Autotrapianto: Ma quanto mi costi?” »

Rischi e complicanze della mastoplastica additiva

Rifarsi il seno presenta rischi?

Deve essere chiaro a tutte le donne che desiderano sottoporsi alla mastoplastica additiva che non si tratta di un semplice trattamento estetico ma di un vero e proprio intervento chirurgico e come tale presenta rischi e possibili complicanze . Antecedentemente all’ operazione la candidata deve aver capito le problematiche dell’ operazione e pensare che siano adeguati in relazione del beneficio atteso . Questo è il modo attraverso il quale la candidata dichiara il consenso informato, atto fondamentale per l’ esecuzione della mastoplastica additiva . Continue reading “Rischi e complicanze della mastoplastica additiva” »

Filler: Acido ialuronico è il più richiesto

In questo secolo invecchiare è vietato e il numero di pazienti che si rivolgono alla chirurgia estetica oppure alla medicina estetica in una versione meno invasiva è in continua crescita. L’esercito dei “sempre giovani” per quanto riguarda i trattamenti non chirurgici sceglie il botulino per distendere le rughe mimiche che comunemente si evidenziano nella fronte, nelle zampe di gallina e nella zona glabellare. Il botulino è una tossina neurotossica che – opportunamente infiltrata – rende più difficoltosa la comunicazione nervosa dei muscoli responsabili della mimica facciale e quindi avviene una progressiva distensione delle rughe. Continue reading “Filler: Acido ialuronico è il più richiesto” »

Consigli per avere ciglia belle

È desiderio di qualunque donna averle lunghe e folte per ombreggiare il proprio sguardo e renderlo più interessante; grazie alle più recenti scoperte della moderna cosmesi, questo desiderio non è più destinato a rimanere insoddisfatto.

A parte l’uso di un appropriato maquillage, per il quale rimandiamo al capitolo relativo, se le ciglia sono troppo chiare oppure con le punte scolorite dal sole dell’estate, si possono tingere rivolgendosi a un’estetista professionista, tenendo presente comunque che l’effetto dura per breve tempo.

Si tratta naturalmente di un accorgimento estetico che non risolve il problema di ciglia molto rade o che cominciano a cadere. In questi casi è fondamentale dedicare loro una particolare cura quotidiana. Innanzi tutto, perciò, ogni sera va asportata dalle ciglia qualunque traccia di trucco con un prodotto specifico a base di olio, nel caso in cui si faccia uso di un mascara resistente all’acqua, togliendo poi ogni residuo di grasso con del cotone bagnato.

Al termine della pulizia serale, si può passare sulle ciglia dell’olio di ricino, servendosi di uno spazzolino da rimmel ben pulito, magari mescolando all’olio un’eguale quantità di decotto di foglie di noce. Ripetendo con una certa costanza tale operazione, si otterrà l’effetto di rinforzare e scurire le ciglia.

Liposuzione: Le zone più gettonate

L’intervento di liposuzione è uno degli interventi più desiderato in chirurgia plastica . L’obiettivo dell’operazione di liposuzione è il modellamento della figura mediante la rimozione dell’adipe circoscritto in precise aree tramite delle piccole cannule.

Le parti del corpo in cui si addensano più ripetutamente depositi di grasso sono l’addome , le gambe , le natiche e le cosce, bensì molto dipende dal sesso del paziente: nel genere maschile l’area della pancia e delle mammelle è maggiormente interessata, invece per il gentil sesso il difetto si verifica in aree come sedere, arti inferiori e cosce. I motivi della presenza di questi depositi di grasso sono dovute a fisici, familiari o a regole di vita sbagliati. La lipoaspirazione può essere effettuata a tutte le età, ma la caratteristica sostanziale per riuscire ad ottenere ottimi risultati è quello di avere una pelle abbastanza elastica così da conformarsi alle nuove forme della silhouette in seguito l’aspirazione dell’adipe. In casi dove la pelle non appare elastica o quando è troppo in abbondanza (solitamente si parla di soggetti in età adulta o che hanno avuto forti dimagrimenti), è consigliato l’intervento di rimozione dei tessuti cutanei in eccesso tramite l’addominoplastica.

Fonte: www.pallaoro.it

Continue reading “Liposuzione: Le zone più gettonate” »

Botulino: Anche l’uomo lo sceglie

Il botulino da anni ha sedotto le donne in cerca di un aspetto giovane e levigato. Questo hanno l’American Society for Aesthetic Plastic Surgery ha nettamente sentenziato che anche l’uomo sceglie in maniera prepotente il botox per correggere i segni dell’età. Infatti i trattamenti al botulino eseguiti l’anno scorso sui pazienti di sesso maschile sono cresciuti di oltre il 50%. Ecco che l’uomo si dimostra sempre più attento all’aspetto estetico per piacere di più e per mantenersi competitivo nel mondo del lavoro.

Ma che cosa fa il botulino?

Il botulino è il trattamento di medicina estetica più richiesto al mondo ed è finalizzato a correggere le rughe mimiche del viso. Sono rughe mimiche quelle formate per il ripetuto stimolo meccanico muscolare che con il tempo segna il tessuto cutaneo. La tossina botulinica viene infiltrata in corrispondenza dei muscoli responsabili della mimica  e delle rughe. Il botulino interferisce (temporaneamente) con la comunicazione elettrica dei muscoli per cui questi vengono parzialmente paralizzati. Le rughe quindi spariscono per alcuni mesi finché è attivo l’effetto del botulino per poi progressivamente ritornare alla normalità.

Quali sono le rughe trattate e quanto costa?

Le rughe trattate con il botulino sono – come affermato precedentemente – quelle mimiche del viso. In particolare vengono corrette le rughe glabellari, le zampe di gallina e le rughe frontali. Tutte queste sono formate dall’eccessivo stimolo meccanico dovuto dalla mimica facciale. Il prezzo di una seduta di botulino varia da 300 euro a 900 euro in funzione del numero di unità impiegate per la correzione. Una fiala di botulino contiene 50 unità ed è sufficiente per il trattamento delle rughe frontali.

Altre letture:

Gli interventi più richiesti

Abbiamo fatto una indagine con l’assistenza di alcuni centri di chirurgia estetica per attestare quali siano gli interventi di chirurgia estetica più gettonati nel 2015. Il risultato è stato parzialmente invariato rispetto agli anni passati ma alcune novità sono state rilevate. Le donne italiane – visto gli interventi in questione – desiderano un seno moderatamente prosperoso, in naso più piccolo e armonico, un profilo corporeo snello senza accumuli adiposi, un addome piatto e tonico ed – infine – occhi senza borse e ptosi palpebrale. La novità di questo anno è la crescita importante della chirurgia intima.

Interventi più richiesti 2015

Da questo grafico chiaramente si evince che gli interventi di chirurgia estetica più richiesti dalle donne italiane sono:

  1. rinoplastica: Correzione inestetismi del naso
  2. liposuzione: Modellamento del corpo
  3. mastoplastica additiva: Aumento del seno
  4. addominoplastica: Rassodamento dell’addome adiposo
  5. blefaroplastica: Correzione delle borse oculari