Eliminare il seno maschile

Nonostante il modello di fisicità perfetta maschile e femminile sia molto arbitrario , ci sono caratteristiche anatomiche che provocano forte malessere psicologico se si sviluppano in dimensione maggiore o ridotta rispetto allo standard. Un esempio utile per entrambi i sessi sono le famose “orecchie a sventola”, correggibili con un intervento di durata ridotta e tecnicamente facile. Nel maschio , a comportare un forte imbarazzo sociale è un inestetismo che non sempre si riesce a mascherare : la ginecomastia.

Ginecomastia: Cosa vuol dire?

Con il termine “ginecomastia” si è soliti comunemente definire l’eccessiva sporgenza del seno nell’uomo, ma è bene sapere che questo inestetismo può avere varie derivazioni e relative modalità di risoluzione differenti . La ginecomastia “vera e propria” determina l’eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria nella fase della pubertà e può segnare anche corpi magri e scolpiti, poiché quando è un caso di ghiandola, non c’è dieta o palestra che possa essere risolutiva . Si tratta di “falsa” ginecomastia, invece, quando a causare la protuberanza del seno è un accumulo di adipe che può essere congenito o dovuto ad un sovrappeso o sbalzi di peso.

Cosa è possibile fare?

Come anticipato , in presenza di ghiandola mammaria sviluppata in maniera eccessiva, non vi sono soluzioni affrontabili dall’individuo stesso. Un regime alimentare sano e regolare attività fisica possono aiutare a ridurre l’eventuale accumulo adiposo collegato. Se al contrario si tratta solo di adipe in eccesso, dieta e una regolare attività fisica posso ridurre l’inestetismo, ma raramente si risolve .
Se volete sapere come eliminare il seno maschile, la correzione chirurgica è la risposta efficace.

L’intervento

In base alla causa di origine, vi sono due modalità di trattamento chirurgico, spesso associabili. In caso di ginecomastia “vera”, si interviene ridimensionando o asportando la ghiandola mammaria attraverso un’incisione peri-areolare. Quando vi è ginecomastia “falsa”, si interviene con una liposuzione mediante piccole incisioni ai lati del torace. Per ambo i casi, l’esito cicatriziale risulta trascurabile : le incisioni peri-areolari si mascherano nella differenza fra la mucosa dell’areola e la pelle circostante, mentre le incisioni nei lati del torace sono così ridotte da risultare irrilevanti.

Anestesia e post-operatorio

Entrambe le metodologie di trattamento chirurgico vengono eseguite in anestesia locale abbinata con una forte sedazione, quindi il paziente non avverte nulla, ma è in uno stato di sonno in cui la respirazione è autonoma. Subito dopo l’ intervento sulla zona operata si pone un bendaggio compressivo, che verrà rimosso nei giorni successivi su appuntamenti prefissati , in cui verranno anche tolti i punti di sutura.

Si indicherà poi l’uso, per i mesi successivi nella vita di tutti i giorni, di una fasciatura elastica. I tempi di ripresa dell’attività sportiva variano in base all’ intervento e in base alla tipologia di attività, di conseguenza va sentito il chirurgo. In media , si consiglia di attendere 3/4 settimane.

Fonte: www.beautys-magazine.com

Il trapianto capelli delle donne

Purtroppo anche le donne possono essere soggette alla perdita dei capelli e alla conseguente calvizie. Quando questo succede la donna viene pesantemente colpita da un trauma psicologico prima che estetico che rende la sua vita sociale un inferno. Attualmente non c’è ancora una cura seria e scientifica in grado di vincere questo temutissimo problema tricologico. Rimane quindi solo la soluzione chirurgica che comunque è in grado di offrire alla paziente un risultato gradevole.

Nel passato la tecnica chirurgica era poco raffinata e portava a risultati deludenti. Oggi invece è possibile migliorare efficacemente grazie alla miniaturizzazione degli elementi operatori. I risultati sono soddisfacenti e certe volte addirittura possono essere entusiasmanti. La calvizie femminile è caratterizzata dal diradamento omogeneo del cuoi capelluto. Con la tecnica tricologica sviluppata alla Clinica Pallaoro è possibile impiantare un capello (una unità follicolare) tra i capelli esistenti.

Quando durano i risultati del trapianto?

Nel trapianto maschile i capelli “donatori” sono geneticamente più forti e quindi non cadranno mai. A meno che cadano ancora i capelli “nativi”, il risultato sarà permanente. Per la donna il problema purtroppo è diverso. I capelli donatori sono meno resistenti (sottili) ma comunque dalla casistica chirurgica si valuta anche in questo caso il risultato dell’ autotrapianto come definitivo.

Fonte: www.chirurgiaesteticashop.com

Più rischi che vantaggi nella chirurgia estetica precoce

Il desiderio: Diventare belli come le celebrità!

Il colpevole: I media

Il problema: Richiedere e sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica troppo precocemente

 

Il problema dell’ alienazione delle ragazze e dei ragazzi che perseguono gli ideali di bellezza rappresentati nei media come la televisione, i giornali e la rete è davvero molto complesso. Il sillogismo alla base è: “Se per essere attraente e di successo bisogna avere il seno o i glutei come la celebrità di turno, allora anch’io voglio”.

Purtroppo questo falso sillogismo fa acqua da tutte le parti:

  1. Nella realtà la bellezza perfetta delle celebrità non esiste. Si tratta del risultato professionale di truccatori, fotografi, luci ed infine ritocco fotografico al computer. Invitiamo a cercare su Youtube “celebrità photoshop”. Se potessimo vedere la Diva amata alla mattina quando si sveglia, avremmo tutta un’altra idea della sua bellezza.
  2. La bellezza è certamente molto importante per facilitare alcuni percorsi lavorativi ma certamente c’è bisogno di sostanza per camminare nella strada della vita.
  3. Bisogna fare i conti con la realtà anatomica. Siamo uguali solo a noi stessi e per assomigliare ad altre persone si possono fare tanti interventi chirurgici ma alla fine di solito il risultato è una brutta caricatura.
  4. Uno dei fattori più importanti che un paziente di chirurgia estetica deve avere è la stabilità psicologica. Un soggetto troppo giovane non è in grado di decidere in maniera matura e consapevole.

Per questo motivo è opportuno posticipare l’ intervento di chirurgia estetica richiesto per permettere al candidato di maturare meglio il bisogno di bellezza. Ovviamente sarà facile trovare chirurghi estetici che procederanno senza troppe domande con l’intervento pur di guadagnarsi il prezzo della prestazione. Meglio avvicinarsi a chirurghi plastici che non hanno bisogno di un intervento in più.