Chirurgia intima: sentirsi belle e a proprio agio anche li!

Cresce il numero della donne che si sottopongono, dopo lunghe riflessioni, ad un intervento di chirurgia estetica intima, andando oltre all’imbarazzo che l’inestetismo può creare sia a livello estetico che psicologico. Ma quali sono le tecniche di intervento più richieste, i benefici che la chirurgia porta e le precauzioni da prendere. Ormai l’argomento sesso non è più un tabù, se ne parla sempre più spesso senza imbarazzo. Imbarazzo che invece ci può essere nel momento in cui si verificano dei disagi intimi da parte della donna. In un rapporto di coppia, l’intesa sessuale è fondamentale ed entrambi i partner devono vivere questo momento di unione fisico e mentale senza manifestazioni di disagio o paura nel mostrare il loro desiderio e i loro corpi. E’ anche questo che spinge una donna ad intervenire chirurgicamente.

Le operazioni di chirurgia estetica intima più richieste

  • Vaginoplastica
    Rassodamento dei muscoli vaginali rilassati dopo il parto o a causa dell’invecchiamento.
  • Labiaplastica
    Correzione e riduzione delle labbra vaginali, nei casi in cui abbiano una forma visibilmente irregolare, sgradevole o con dimensioni esagerate.
  • Liposuzione pubica
    Riduzione dell’ adipe localizzato sul monte di venere
  • Imenoplastica:
    Riparazione dell’imene, eseguita sia per motivi religiosi, etnici, sia per recuperare la verginità, anche se in maniera fittizia.

 

I benefici della chirurgia estetica intima

Un tempo si interveniva con un intervento allo scopo di ripristinare il difetto, congenito o acquisito nel tempo, quindi unicamente per “riparare”o ripristinare la meccanica del corpo. Oggi invece si esegue la chirurgia estetica intima principalmente per una soddisfazione estetica. La donna che affronterà l’operazione ritroverà un benessere ed un equilibrio psicologico, crescerà la sua autostima e il sesso sarà vissuto in maniera più appagante e libera. Numerose sono le pazienti operate che raccontano di ritornare a sentirsi sexy, seducenti e più sicure di sè. Sono molte le donne che richiedono il ringiovanimento vulvare con la conseguenza diretta di sentirsi più sexy, seducenti e sicure di sé.

Chirurgia “soft” senza bisturi

In certi casi l’uso del bisturi non è necessario, soprattutto quando si tratta di ridare alla zona intima un pò di vigore perso nel corso degli anni a causa di gravidanze, prolassi, oscillazioni di peso. In questo caso si esegue la radiofrequenza ed in poche sedute l’inestetismo viene corretto.

Le precauzioni da prendere

Va ricordato che si tratta comunque di un intervento chirurgico e di conseguenza deve essere valutato attentamente con il chirugo per valutare tutti gli aspetti inclusi quelli inerenti all’aspettativa sui risultati.Chi decide di sottoporsi alla chirurgia estetica intima, deve quindi per prima cosa affidarsi ad un medico specializzato e con esperienza, in strutture idonee e attrezzate e non affidarsi al caso.